I broccoli appartengono alla stessa famiglia del cavolo, dei cavolini di Bruxelles, del rafano e dei ravanelli,
Sono ortaggi ricchi di sali minerali come calcio, ferro, fosforo, e potassio. Contengono anche vitamina C (indispensabile per prevenire diverse patologie, dalle malattie cardiache all’osteoporosi), vitamina B1 e B2, fibra alimentare (per questo sono indicati in caso di stitichezza) e sulforafano, una sostanza che previene la crescita di cellule cancerogene. Inoltre combattono la ritenzione idrica aiutando l’organismo a disintossicarsi e ad eliminare le scorie.

Serve 4 persone

Cuoce in 70 minuti

Difficoltà bassa

La ricetta

Ingredienti

50 gr di pinoli
1 cavolfiore grande
300 gr di broccoletti
50 gr di uvetta
12 pistilli di zafferano
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di olio all’aglio

Preparazione

Preriscalda il forno a 200° e tosta i pinoli.
Leva le foglie e il gambo del cavolfiore e dividilo in cime.
Taglia il gambo ai broccoletti e dividili a metà conservando le foglie.
Metti a bagno l’uvetta in acqua bollente per circa 20 minuti, scola e fai raffreddare.
Disponi le cime di cavolfiore e i broccoletti con le foglie in una teglia larga, cospargili di zafferano, olio evo e olio all’aglio.
Aggiusta di sale e mescola.
Griglia le verdure in forno per 25/30 minuti fin quando iniziano a caramellare.
Infine disponi il cavolfiore e i broccoletti su un piatto di servizio, aggiungi i pinoli e l’uvetta, mescola delicatamente e servi.

NoteI broccoli sono ottimi cotti, ma non troppo. Mentre una cottura a bassa temperatura contribuisce al rilascio di alcune sostanze protettive, surriscaldandoli in una cottura prolungata se ne distruggono altre. Ad esempio, i carotenoidi come il betacarotene resistono al calore, ma le molecole antitumorale sono sensibili al calore. L’ideale è una leggera cottura al vapore.

Avviso agli utenti
I rimedi naturali non possono in alcun modo essere utilizzati a scopo terapeutico o sostituire i farmaci. Le informazioni riportate in questo articolo sono a scopo puramente informativo.

Leave a comment