Mangiare frutta fa bene alla salute? Sì, ma anche alla felicità. La frutta è raccomandata perché aiuta nella prevenzione di varie malattie e ha un potere antiossidante che combatte l’invecchiamento. Il benessere fisico si traduce anche in un benessere psicologico. E, ogni tanto, un goccio di alcol può stimolare ancora di più la nostra gioia.

Nel 1800 si credeva che il rum potesse curare polmoniti ed altre patologie, all’epoca, incurabili.

Serve 6 persone

Si prepara in 15 minuti

Difficoltà bassa

Ingredienti

1 manciata di foglie fresche di menta
zest e succo di 3 lime
2 cucchiai di zucchero di canna
rum bianco, qb
¼ di anguria in pezzi
2 mango maturi, snocciolati e scavati con un cucchiaio
1 ananas maturo tagliato in piccoli pezzi

Preparazione

Prepara il Mojito pestando nel mortaio gran parte delle foglie di menta con lo zest di lime. Aggiungi lo zucchero di canna, una bella spruzzata di rum e il succo di lime.
Mescola delicatamente.
Assaggia e aggiusta di zucchero, ma ricorda che la frutta è molto dolce.
Mescola la frutta precedentemente preparata in una ciotola con un po’ di Mojito.
Versa l’insalata di frutta su un piatto largo e cospargila con il resto del Mojito usando un cucchiaio.
Infine decora con le rimanenti foglie di menta e servi.

Note: Il rum si ottiene dalla distillazione della canna da zucchero. Sulle navi dei pirati si beveva una sorta di antenato “grezzo” del Mojito che svolgeva il compito di scaldare gli animi dei marinai e anche di non far marcire l’acqua nelle botti, dove era appunto pre-diluito per disinfettarla e impedire così che vi proliferassero batteri e parassiti. A seguito della comparsa a bordo dello scorbuto, malattia generata dalla carenza di vitamina C, si iniziò a mescolare il rum con del succo d’arancia o di limone.

Avviso agli utenti
I rimedi naturali non possono in alcun modo essere utilizzati a scopo terapeutico o sostituire i farmaci. Le informazioni riportate in questo articolo sono a scopo puramente informativo.

 

 

Leave a comment