Succede, soprattutto dopo una dieta, che in certi punti del corpo e del viso la pelle presenti un aspetto privo di tono, quasi che le cellule epidermiche fossero state “svuotate” dal repentino dimagrimento. Quando i tessuti sono “denutriti” a causa di un regime alimentare sbilanciato, la formazione di rughe e di atonicità è una conseguenza quasi inevitabile: per questo, sia quando si modifica la dieta per perdere peso sia nell’alimentazione quotidiana, è indispensabile consumare quei cibi freschi – di cui soprattutto l’estate è generosa – che mantengono la giusta idratazione e l’elasticità della pelle, conservandole un aspetto giovane e tonico.

I quattro alleati per una pelle soda

 Gli antiossidanti, che conservano le cellule giovani: si trovano nei cavoli, broccoli, pomodori, mele, pere, fragole, melone, albicocche, uva

I bioflavonoidi, che rallentano la degenerazione dei tessuti: li trovi nella soia, nei fagioli, nei cavolini di Bruxelles e nelle olive

L’acqua e le tisane, che idratano i tessuti

Le fibre, che favoriscono il funzionamento dell’intestino e “ripuliscono” l’organismo, evitando l’accumulo di tossine. Le trovi nel pane integrale, nei legumi, nei cereali

Frutta e ortaggi freschi e crudi combattono i radicali liberi

Fra i principali responsabili dell’invecchiamento delle cellule (e quindi della perdita di tono della pelle) ci sono i radicali liberi. Sono delle molecole (spesso di ossigeno) capaci dei modificare l’equilibrio elettrico e la struttura cellulare. In pratica, come agiscono? Poiché tendono a perdere elettroni, fanno di tutto per recuperarli dalle cellule vicine. Le cellule ossidate possono diventare allora facilmente aggredibili e irrimediabilmente danneggiate. La pelle si rinnova frequentemente: ogni mese quando si hanno 20-25 anni, il doppio del tempo quando se hanno 60. I radicali liberi fanno sì che il ricambio fisiologico sia rallentato e minano l’integrità del collagene, la proteina che mantiene il tono e l’elasticità della pelle.

Combattere i radicali liberi

Ogni carenza legata ad un disequilibrio alimentare ha una ripercussione diretta sulla qualità della pelle e sull’azione distruttiva dei radicali liberi. Per combatterli, vitamine e minerali svolgono un ruolo fondamentale: il corpo riesce a smaltire i radicali liberi proprio grazie all’azione di particolari enzimi che possono essere potenziati con l’aiuto dei principi attivi presenti in alcuni particolari cibi. Fra questi ci sono il selenio, lo zinco, la vitamina E, la vitamina C e il betacarotene che sarà poi trasformato nel corpo in vitamina A.

Per una pelle giovane, i vari tipi di cibi che li contengono andrebbero consumati ogni giorno.

Fonte: riza.it

Avviso agli utenti
Le informazioni fornite su questo sito sono di natura generica e pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico.