Il gelato fa bene mangiarlo anche a dieta. Infatti, questo alimento estivo per eccellenza, è un concentrato di vitamine ed energia. 

Gelida energia 

Il gelato, infatti, non è solo un dolce, ma un vero e proprio alimento che, apportando nutrienti preziosi per la salute, soprattutto d’estate, regala un’oasi gustativa di refrigerio che allontana la fiacca e aumenta le energie.

Non dar retta ai sensi di colpa

Per questo non bisogna privarsi del prelibato alimento e per zittire le vocine dei sensi di colpa che istigano a non cedere alla tentazione, ecco dei buoni motivi a supporto di uno strappo alla regola:

1. E’ facilmente digeribile e apporta sia carboidrati (soprattutto lattosio e saccarosio) che lipidi e proteine. Ottimo anti-fame a basso indice glicemico, consente di evitare i picchi di insulina e rilascia i propri zuccheri lentamente, regalando una senso di sazietà che dura più a lungo.
2. E’ uno spuntino adatto a tutti, sia per gli adulti, sia per i bambini.
3. Abbinato a delle cialde, è una valida alternativa al pranzo.
4. Quello a base di latte contiene proteine dal valore biologico elevato. Inoltre, contiene molta acqua, tanto da essere molto indicato come snack dopo lo sport per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione.
5. Contiene anche vitamine e sali minerali (A, B2, calcio e fosforo). Nocciola e pistacchio sono i gusti che contengono più omega 3 e 6.

Poche calorie

Il meno calorico è quello alla frutta che apporta circa 161 Kcal ogni 100 grammi, mentre il fior di latte, per esempio, ne contiene, 218 Kcal ogni 100 grammi e quello al cioccolato 235 Kcal. Alternative poco caloriche sono anche i gelati allo yogurt o alla soia, decisamente più leggere ma comunque gustose anche per coloro che soffrono di eventuali intolleranze al lattosio.

Inoltre, un bel gelato è fonte certa di buon umore: uno studio ha esaminato il parere di 100 specialisti tra psicologi, nutrizionisti ed esperti di benessere e il 73% di essi ha confermato i benefici del gelato sulla psiche umana. In particolare, il 31% sostiene che il gelato sia in grado di offrire piacere psicofisico, il 27% dice che può far tornare all’infanzia, mentre per il 21% un buon gelato riesce addirittura ad emozionare. La causa è medica: “Il gelato – spiega Alessio Penzo, psicologo e vicepresidente dell’International Society of Psychology – produce piacere grazie all’alta concentrazione di zuccheri immediatamente assorbibili e perché attiva un’area del cervello, la corteccia orbito-frontale, che fa parte del circuito del piacere”.

Va ricordato, tuttavia, che il gelato è controindicato a chi ha colon irritabile o gastrite, a causa del riflesso gastro-colico attivato dalle basse temperature, mentre il gelato con cioccolato, panna, uova può causare coliche a coloro che soffrono di calcoli alla cistifellea.

Fonte: today.it

Avviso agli utenti
Le informazioni fornite su questo sito sono di natura generica e pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico.