Prima eravamo a dieta per la prova costume… e ora? Troppi gelati, patatine e fritture hanno lasciato il segno? Corriamo ai ripari… senza fretta!

Niente miracoli

Quando una dieta promette miracoli e non insegna a mangiare bene, il fallimento è dietro l’angolo: terminata la dieta si rischia di recuperare in fretta i chili persi.

Grassa o gonfia?

I chili in più sulla bilancia al ritorno dalle vacanze possono essere solo un gonfiore provocato dalle  sregolatezze alimentari e dalla scarsa attività fisica. Se saremo in grado di affrontare 2 o 3 settimane di dieta, non sarà difficile ritornare in forma.

Da dove cominciamo?

Per disintossicare l’organismo dalle tossine accumulate durante l’estate e cominciare a sgonfiarsi, elimina per qualche giorno tutte le bevande a base di caffeina, teina e alcol. Bevi molta acqua ma stai lontana dalle bibite gassate! Riduci il consumo di sale e condimenti.

La colazione

Alla prima colazione non bisogna mai rinunciare: frutta, yogurt o latte, 1 o 2 fette di pane integrale, marmellata senza zucchero oppure un po’ di cereali con frutta secca.  Se possibile sarebbe meglio sostituire il latte con latte vegetale (di soia, di avena o di riso).

Lo spuntino

Sarà dura cercare di resistere alla tentazione e all’abitudine estiva di pizzette, gelati e happy hour. Offriti un aperitivo analcolico e senza zucchero con 5-6 mandorle che saziano senza appesantire e forniscono calcio, zinco, ferro, utili in caso di ansia, stanchezza, insonnia e cattivo umore.

Prima dei pasti

Per imbrogliare l’appetito e non buttarsi sul piatto come una disperata, mangia verdure prima dei pasti principali, poco cotte, senza sale  e condite solo con un filo d’olio. Per ovviare alla mancanza di sale, provate a usare il succo di limone.

A pranzo carboidrati, meglio integrali

Pranzo con poca pasta e poco pane (integrali), ma ancora meglio il riso, anche questo integrale, da condire con tante verdure, carni bianche o pesce. Poco condimento e poco sale!

Cena di proteine

Petto di pollo o di tacchino, formaggi magri, pesce alla piastra o bollito con tante verdure di contorno.

A dieta ma lentamente

Perché una dieta funzioni è necessario anche trasgredire ogni tanto qualche regola alimentare. Anche un peccato di gola è accettabile in un regime alimentare equilibrato. Rimedieremo il giorno dopo con una scelta alimentare più leggera o con un po’ di attività fisica in più.

Avviso agli utenti
I rimedi naturali non possono in alcun modo essere utilizzati a scopo terapeutico o sostituire i farmaci. Le informazioni riportate in questo articolo sono a scopo puramente informativo.